La scelta di una sede ricca di storia e tradizione non è casuale ma rispecchia le intenzioni del Pastificio D'Aniello di conservare tuttora, nell'era delle avanzate tecnologie, i metodi di produzione artigianale, l'attenzione ad ogni singolo dettaglio, dalla selezione delle materie prime al controllo delle fasi legate alla produzione.

Il Pastificio D'Aniello offre prodotti di altissima qualità nel rispetto del  disciplinare IGP PASTA DI GRAGNANO



100% Semola di Grano Duro , Acqua. 

Caratterisitche- 

Umidità massima 12,5% 

Ceneri: 0,86 g/100 g s.s.

 

Tabella Nutrizionale

Fibre Alimentari: 3,10 g/100 g 

Valore Energetico: 352 kcal/ 100 g 

Valore Energetico: 1494 kJ/ 100 g 

Carboidrati: 70,00 g / 100 g 

Zuccheri: 2,60 g / 100 g 

Grassi: 1,10 g /100 g 

Acidi Grassi Saturi: 0,20 g /100 g 

Proteine: 14,00 g/ 100 g 

Sale: 0,002 g / 100 g

 



Modalità di Conservazione

Si Consiglia per una buona durata del prodotto e per degustarne la fragranza di conservarlo in luogo fresco ed asciutto, al riparo dai raggi solari, non conservare in frigorifero sotto lo zero, non esporre all’acqua e al sole.

TEMPI DI COTTURA 11-13 MINUTI



La “Pasta di Gragnano” è il prodotto ottenuto dall’impasto della semola di grano duro con acqua della falda acquifera locale.

Il processo produttivo per la produzione della “Pasta di Gragnano” si compone in cinque fasi:

L'IMPASTO E LA GRAMOLATURA:

la semola di grano duro ottenuta viene impastata con acqua. La successiva fase della gramolatura, fa si che l'impasto ben lavorato diventa omogeneo ed elastico.

L’ESTRUSIONE O TRAFILATURA:

la trafilatura e' una fase molto importante per ottenere una buona qualita' del prodotto finale. Una volta ottenuto l'impasto, questo viene trafilato  in “trafile”, cioè utensili esclusivamente in bronzo, che permettono di conferire alla pasta una superficie rugosa determinandone la forma

L'ESSICCAMENTO:

l’essiccazione varia a seconda dei formati e comunque avviene ad una temperatura compresa tra 40 e 60°C per un periodo compreso tra le 6 e le 60 ore.  La fase dell’essiccamento è ottenuta  attraverso le celle statiche

IL RAFFREDDAMENTO E LA STABILIZZAZIONE:

l'elemento finale dell'essiccazione è il raffreddatore che provvede a portare a temperatura ambiente la pasta ancora a temperatura d'essiccatoio e quindi a stabilizzare la propria temperatura prima di immetterla nell’ambiente esterno;

IL CONFEZIONAMENTO: deve essere effettuato nelle aziende di produzione entro le ventiquattro ore successive all'uscita dall'essciccatoio; per evitare le perdite di umidità che comprometterebbero le qualità organolettiche speciali del prodotto.